L’ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente

giovanni gozzini video meloni|video meloni spagna|video meloni|video meloni maurizio costanzo|video meloni spagna|video meloni inglese|video meloni|video meloni andalusia|video meloni costanzo|video meloni fanpage|video meloni ieri sera|video meloni costanzo show|video meloni giorgia

L'ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente
L'ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente

RadarTimikaOnline – Ciao amici, ancora con l’amministratore che condividerà le ultime notizie o notizie, che al momento sono virali e di tendenza. Continua a leggere per questo articolo fino alla fine, con il titolo L’ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente.

“Indecente e indecoroso”. Così ha definito il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, la scelta di Giorgia Meloni di pubblicare sui suoi account social il video dello stupro di Piacenza commesso da un richiedente asilo ai danni di una donna di origine ucraina.

L’ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente

L'ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente
Advertisements
L’ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente

Un video di estrema crudezza che mostra i momenti di violenza con tanto di audio e sul quale la destra, con in testa la Lega e Fratelli d’Italia, ha deciso di puntare per rilanciare il suo messaggio, in piena campagna elettorale, sulla necessità degli sbarchi dei migranti che arrivano sulle coste italiane.

Intanto la Procura di Piacenza sta indagando sulla diffusione del video: il procuratore Grazia Pradella ha infatti fatto sapere che “sulla diffusione sui media di video che riproducono l’episodio criminoso sono in corso approfondimenti, poiché è un reato riprodurre un reato.”

“Faccio appello a tutti perché siamo tutti nei limiti della dignità e del pudore. Il video postato da Giorgia Meloni su uno stupro un video indecente e indecoroso – ha detto Letta a Radio24 – C’è un rispetto delle persone che deve venire prima di tutto, quindi invito tutti a fare una campagna elettorale in cui si parla e ci si confronta anche. animatamente. Ma non possiamo essere irrispettosi dei diritti delle persone”.

Poco dopo è intervenuto anche il leader di Accion, Carlo Calenda: “Denunciare una violazione è un dovere. Mostrarla a fini di campagna elettorale è un atto immorale e irrispettoso prima di tutto per la donna che l’ha subita, che non vorrebbe certo essere esposta sui social network in questo modo. Giorgia Meloni si vergogni”.

Lo stesso pensa Enzo Amendola, Pd: “Pubblicare il video di uno stupro per fare propaganda. Nessuna pietà per la vittima. L’ennesima firma di una destra cinica e pronta a tutto. Restiamo umani, nessuna campagna elettorale vale questa barbarie”.

Nella sua pubblicazione, Meloni ha approfittato dell’episodio per rilanciare uno dei pilastri della sua campagna elettorale, ovvero il blocco dell’immigrazione: “Non si può rimanere in silenzio di fronte a questi atroci episodi di donzai danuiu giorno a Piacenza da parte di un richiedente asilo”. . Un abbraccio a questa donna. Farò di tutto per ripristinare la sicurezza nelle nostre città”, ha scritto sopra il video.

Intanto, è arrivata la risposta a Letta da parte del leader di Fratelli d’Italia: “Non permetto a Enrico Letta di diffondere menzogne sul mio conto e di fare losca propaganda sul gravissimo stupro di Piacenza. Il video postato sui miei social network è oscurato per non far riconoscere la vittima e ripreso dal sito di un importante quotidiano nazionale, a differenza di quanto lui sostiene. Questi metodi diffamatori e distorsivi della realtà sono ormai tipici di una sinistra allo sbando, lo sappiamo tutti da tempo, ma tutto ha un limite. Soprattutto quando si parla di stupro e di donne. E francamente mi vergogno di leader politici che, utilizzando come emergenza uno stupro con aggressione, non dedicano una parola di solidarietà alla vittima, evidentemente per paura di dover affrontare l’aggravante della sicurezza.”

Ieri il primo a commentare la notizia è stato Matteo Salvini, che ha annunciato che presto si recherà a Piacenza “per confermare l’impegno della Lega per ripristinare la sicurezza nel nostro Paese”: 10mila poliziotti e carabinieri in più nella colanda del 2023, blocco della pipì olandese. “Richiedenti asilo e stupratori. basta!”, si legge nella nota del leader della Lega Nord. “Difendere i confini e gli italiani sarà per me un dovere, non un diritto”.

 

Chiusura

Grazie per averci visitato, non dimenticare di continuare a seguire questo sito Web per non perdere notizie di tendenza o virali. Questo è tutto ciò che l’amministratore può condividere su L’ultimo Link Virale Ricercato in Italia, Guardalo Ora Video Meloni Recente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *